Come difendersi dal “malware del riscatto”

Fonte R.it Tecnologia, di Andrea Stoppa, 30/01/2015

Un’ondata di CBT-Locker, un ransmware che cripta i nostri file sul computer e chiede soldi per poterli sbloccare, sta colpendo il nostro paese, in una versione che attacca i sistemi WIndows. Come prevenire e come agire se colpiti

ROMA – Occhi fissi sullo schermo del computer e testa tra le le mani. In questi ultimi giorni un ransomware Continua a leggere

Informatica Novara, Google Apps for Work, posta elettronica, E-Commerce e Siti Web

Come aumentare la produttività con Google Apps for Work

Fonte BLOG.ARTERA.IT, di Simone Cairoli, 19/12/2014

L’affidabilità e la professionalità di servizi e prodotti di Google sono conosciute bene o male da tutti. Infatti sono sempre di più gli utenti che si affidano ai risultati di ricerca di Google, che utilizzano Gmail o che salvano i loro file su Drive.

Da qualche tempo tutti questi servizi sono stati messi a disposizione anche delle aziende. Google Apps for Work è, infatti, un pacchetto di applicativi a pagamento di facile utilizzo, dalle elevate prestazioni e che non richiede Continua a leggere

Il virus “Regin” dal 2008 spia i dati di tutto il mondo

Fonte R.it Tecnologia, 24/11/2014

L’allarme lanciato da Symantec, società mondiale di sicurezza. il malware può prendere informazioni da un computer, come i dati della carta di credito salvati dopo una transazione o le credenziali di accesso di un account Facebook. Può scattare un’istantanea di quello che l’utente sta visualizzando sullo schermo. Oppure carpire una telefonata, un messaggio ricevuto o spedito, oppure entrare in una rete aziendale da remoto e prendere informazioni sensibili

ROMA – Da sei anni c’è un virus che ruba informazioni dai computer di tutto il mondo, indisturbato. Lo ha scoperto Continua a leggere

App e servizi online a scuola: i genitori temono per la privacy dei figli

Fonte LA STAMPA Tecnologia, di Federico Guerrini, 02/10/2014

I risultati di una ricerca di SafeGov.org fra le famiglie di undici nazioni, fra cui l’Italia

In realtà NON è così. La piattaforma Google Apps for Educatio, oltre che gratuita è PRIVA di ogni forma di pubblicità e le Policy di Google in fatto di minori sono estremamente precise – n.d.r.

ablet e registro elettronico alla mano, sempre più insegnanti fanno uso a scopo didattico di applicazioni e servizi (un esempio: Google Apps for Education basati sulla “nuvola”. Ma la crescente Continua a leggere

Nel 2025 il modo sarà ultraconnesso, mentre privacy e sicurezza sembrano non stare al passo

Fonte Primapagina dire fare digitale, Benedetta Campana, 16/09/2014

McAfee, parte di Intel Security, ha rilasciato oggi i risultati dello studio Safeguarding the Future of Digital Life in 2025 (Proteggere il futuro della vita digitale nel 2025) che prende in esame le opinioni e gli atteggiamenti di oltre 2000 consumatori a livello globale, di cui 350 nel nostro Paese, in merito allo stile di vita e alle tendenze tecnologiche.

Lo studio ci offre uno spaccato sull’impatto della tecnologia nella vita delle persone, nelle case, nel luogo di lavoro, negli spostamenti, nei dispositivi indossabili (i cosiddetti wearable device), e nei dispositivi mobili e come le innovazioni tecnologiche che ci aspettiamo si intersecano con la sicurezza e privacy online. Continua a leggere

Federprivacy: “Due siti italiani su tre violano legge su protezione dati personali”

Fonte IL FATTO QUOTIDIANO Tecno, Luigi Ferro, 26/09/2014

Su un campione di 2500 siti Internet, il 67% non è in in regola con il Codice. E considerata la totalità dei domini l’entità delle infrazioni, che riguardano soprattutto il trattamento delle informazioni e la relativa richiesta di consenso, “è potenzialmente calcolabile in alcuni miliardi di euro”

Altro che recupero dell’evasione fiscale. In teoria, basterebbe applicare con rigore la legge sulla privacy per rimpinguare le casse dello Stato con miliardi di euro. Un’indagine di Federprivacy, Continua a leggere

Google for Work, sfida a Microsoft sul posto di lavoro

Fonte LA STAMPA Tecnologia, 03/09/2014

Il pacchetto Enterprise cambia nome e punta a strappare quote di mercato ad Outlook

in realtà la sfida no ha ragione di essere. Nella spartizione del mercato tra Apple, Microsoft e Google l’indiscusso primato per qualità, appeal, funzionalità e integrazione è per le Google Apps for Work and Education – n.d.r.

Google sfida Microsoft sul posto di lavoro. E presenta «Google for Work», con il quale punta a strappare quote di mercato a Microsoft Outlook. «Da oggi ciò che prima chiamavamo Google Continua a leggere

Mozilla Firefox compie 10 anni

Fonte Repubblica.it Tecnologia di Cesare Buquicchio, 10/10/2014

Johnathan Nightingale, vicepreside del browser open source che spezzò il monopolio di Explorer parla a Repubblica.it. “La nostra sfida adesso è per la privacy: arrivano il pulsante ‘dimentica’ e il motore di ricerca DuckDuckGo per proteggere la navigazione web degli utenti”. Ma dalla videochat Hello a Firefox OS sono tante altre le novità del “panda rosso”

IL 9 NOVEMBRE è caduto un altro muro oltre a quello di Berlino. Un muro che fino a quella data del 2004 Continua a leggere

Internet compie 25 anni

Fonte Repubblica.it Tecnologia 12/03/2014

Tim Berners-Lee: “Il web deve essere un diritto di tutti”

Il www, nato come rete militare e poi come risorsa accademica, esisteva in forme via via più evolute fin dagli anni ’60.Il 12 marzo 1989 Tim Berners-Lee depositò al Cern la proposta di creare l’infrastruttura digitale

Internet compie 25 anni. La nascita del web viene fatta risalire convenzionalmente infatti alla proposta depositata il Continua a leggere

Fatture facili con Invoicex 1.7.7

Fonte PMI.it, di Caterina Martino, 13/07/2010

Facilita il tuo lavoro utilizzando un software gratuito semplice per la gestione di clienti, fornitori, magazzino, fatture e molto altro ancora

Per la piccola impresa esiste una ricca varietà di software che agevolano il lavoro di gestione clienti e fatturazione, ma non tutti sono semplici o gratuiti. Una valida soluzione è Invoicex 1.7.7, gratuito e in lingua italiana: presenta funzionalità molto utili che vanno dalla gestione delle fatture all’archivio dei profili dei clienti, dall’organizzazione del magazzino all’amministrazione di documenti di vario tipo (vendite, ordini e così via).

Ne esistono diverse versioni. La versione Base è free, open source e con licenza GPL mentre quelle a pagamento sono: Professional, Professional Plus e Enterprise, e si differenziano tra loro perché presentano plug-in e servizi aggiuntivi specifici. Inoltre, per eventuali problemi includono la possibilità di ricevere assistenza email o telefonica, e garantiscono un buon funzionamento del software a livello professionale.

Download e istallazione
Si può scaricare il software dal sito del produttore, scegliendo la versione desiderata in base al sistema operativo (Windows, Linux e Mac). Salviamo sul PC il file eseguibile e avviamone l’installazione cliccandovi due volte e accettando i termini di licenza.

Selezioniamo i componenti che vogliamo installare (e cioè Invoicex) e facciamo clic su “Avanti”. Confermiamo o digitiamo il percorso di destinazione dell’installazione e facciamo clic su “Avanti”. Scegliamo di creare la cartella nel menu Start e, per terminare, facciamo clic su “Installa”.

Potrebbe apparire un avviso che ci informa che sarà installato nel nostro PC Java ver 1.5 qualora non fosse già presente. L’installazione è necessaria per far funzionare correttamente il software. Ritornati nella finestra “Installazione” di Invoicex, attendiamo qualche secondo affinché il processo si completi e, per concludere, facciamo clic su “Fine”.